Santuario e Sacro Monte di Oropa è una MERAVIGLIA ITALIANA. Clicca sul CUORE e aiutala a vincere il Premio Laurus
Consideriamo Meraviglie Italiane tutte quelle proposte che hanno raggiunto i 1.000 like da parte degli utenti iscritti al portale. La nascita di una Meraviglia Italiana è un importante evento per il luogo che la ospita. Verrà consegnato l'attestato di Meraviglia Italiana e si procederà ad una ampia pubblicizzazione a livello locale e nazionale.
Per ottenere la corona d'alloro che designa vincitore del Premio Laurus, una Meraviglia Italiana deve raggiungere 10.000 like. Oltre alla maggiore valorizzazione della Meraviglia sul portale, le vincitrici del Laurus, otterranno l'assistenza di un'università italiana partner per lo sviluppo e la promozione della Meraviglia vincitrice. Premio Laurus, il coronamento del percorso di Meraviglia Italiana.
Santuario e Sacro Monte di OropaSiti culturali

Il complesso del Santuario e del Sacro Monte di Oropa è considerato il più importante luogo di culto mariano dell'arco alpino. I più antichi documenti che parlano di Oropa risalgono all'inizio del XIII secolo e testimoniano l'esistenza del "sacello" ove è venerata la "Madonna Nera"; attorno ad esso sorge la "Basilica Antica", completata nel 1620 dopo un voto fatto alla città di Biella durante l'epidemia della peste del 1599. Successivamente cominciarono i lavori per i fabbricati del chiostro sacro, realizzato su progetto dell'Architetto Arduzzi, e del piazzale inferiore, completato su progetto dei più grandi architetti sabaudi: Gallo, Beltramo e Juvarra, che lavorò alla monumentale Porta Regia. Tra il Settecento e l'Ottocento furono completati tutti gli edifici dell'imponente complesso monumentale della "Basilica Superiore", consacrata nel 1960. All'interno del complesso santuariale si trovano il "Museo dei Tesori" che conserva gli ori, i gioielli, i paramenti liturgici e i documenti che hanno scandito nei secoli la storia del Santuario, e gli "Appartamenti Reali dei Savoia", che risalgono alla prima metà del secolo XVIII. A ponente del Santuario, la devozione popolare è protagonista del grandioso "Sacro Monte", riconosciuto "Patrimonio dell'Umanità" dall'UNESCO e immerso nell'area incontaminata di una Riserva Naturale Speciale di oltre 1500 ettari: l'intervento di diverse comunità del Biellese fu determinante per la realizzazione, tra il '600 e il '70, delle dodici cappelle dedicate alla vita della Vergine e popolate di statue in terracotta policroma a grandezza naturale. Oggi, per chi desidera soggiornare all'interno del santuario, sono a disposizione degli ospiti circa 300 camere in un ambiente unico e suggestivo.

MERAVIGLIAITALIANA

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.083 secondi - Powered by Simplit CMS