Riserva Naturale del Lago di Burano è una MERAVIGLIA ITALIANA. Clicca sul CUORE e aiutala a vincere il Premio Laurus
Consideriamo Meraviglie Italiane tutte quelle proposte che hanno raggiunto i 1.000 like da parte degli utenti iscritti al portale. La nascita di una Meraviglia Italiana è un importante evento per il luogo che la ospita. Verrà consegnato l'attestato di Meraviglia Italiana e si procederà ad una ampia pubblicizzazione a livello locale e nazionale.
Per ottenere la corona d'alloro che designa vincitore del Premio Laurus, una Meraviglia Italiana deve raggiungere 10.000 like. Oltre alla maggiore valorizzazione della Meraviglia sul portale, le vincitrici del Laurus, otterranno l'assistenza di un'università italiana partner per lo sviluppo e la promozione della Meraviglia vincitrice. Premio Laurus, il coronamento del percorso di Meraviglia Italiana.
Riserva Naturale del Lago di BuranoPaesaggi e punti panoramici

Il lago è in realtà uno stagno costiero salmastro, relitto di un antico lago, oggi collegato con il mare attraverso un canale parzialmente artificiale, che viene aperto secondo le esigenze di gestione; lo specchio d’acqua ha una superficie di circa 140 ettari e una profondità media di 1 m. Il bacino è alimentato dalle acque dei tre maggiori canali di bonifica che si distribuiscono nell’area compresa tra il Chiarone, Ansedonia e il lago artificiale di San Floriano. La Riserva raccoglie tutti gli ambienti naturali tipici della Maremma. A cominciare dal litorale che si estende ancora integro per 12 chilometri con la vegetazione pioniera caratteristica della spiaggia sabbiosa. Subito a ridosso s’innalza la duna o tombolo ricoperta da una fascia a macchia mediterranea che consolida il terreno e che ripara dal vento di mare il lembo residuo della foresta sempreverde mediterranea. La vegetazione palustre in gran parte a canneto circonda lo stagno retrodunale; a ponente del lago, dalle acque salmastre e la cui salinità varia sensibilmente a seconda delle stagioni, si estendono ampi prati temporaneamente allagati e, a ridosso della fascia palustre, estesi campi coltivati e pascoli, suddivisi dai canali di raccolta delle acque. Il lago di Burano raccoglie la più alta biodiversità tra ambienti simili di tutto il Mediterraneo. Di particolare rilevanza naturalistica e paesaggistica è il sistema Duna-Spiaggia; il tombolo formatosi con le sabbie vulcaniche ricche di magnetite, appare grigio antracite, ricoperto da esemplari secolari di ginepro (Juniperus oxycedrus macrocarpa e Juniperus phoenicea turbinata), quercia da sughero, mirto, fillirea, lentisco, alaterno. Sul tombolo si profila l’austera sagoma della Torre di Buranaccio, (XVI sec.), che rientrava nel circuito delle torri di avvistamento e segnalazione, dislocate lungo la costa, da Talamone al confine con lo Stato Pontificio. La spiaggia ancora nella sua naturale bellezza per oltre 10 Km è ricoperta da vegetazione spontanea, e bellissimi tronchi portati dal mare.

MERAVIGLIAITALIANA

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.052 secondi - Powered by Simplit CMS