Ricetto di Candelo è una MERAVIGLIA ITALIANA. Clicca sul CUORE e aiutala a vincere il Premio Laurus
Consideriamo Meraviglie Italiane tutte quelle proposte che hanno raggiunto i 1.000 like da parte degli utenti iscritti al portale. La nascita di una Meraviglia Italiana è un importante evento per il luogo che la ospita. Verrà consegnato l'attestato di Meraviglia Italiana e si procederà ad una ampia pubblicizzazione a livello locale e nazionale.
Per ottenere la corona d'alloro che designa vincitore del Premio Laurus, una Meraviglia Italiana deve raggiungere 10.000 like. Oltre alla maggiore valorizzazione della Meraviglia sul portale, le vincitrici del Laurus, otterranno l'assistenza di un'università italiana partner per lo sviluppo e la promozione della Meraviglia vincitrice. Premio Laurus, il coronamento del percorso di Meraviglia Italiana.
Ricetto di CandeloBeni culturali

Il Ricetto di Candelo è una fortificazione collettiva popolare sorta tra il Duecento e il Trecento per iniziativa della popolazione locale allo scopo di conservare e difendere i beni più preziosi della comunità: prodotti della terra, soprattutto vino e granaglie. Il Ricetto è un unicum a livello europeo. Il termine latino "receptum" assume nel Medioevo il significato generico di ricovero, asilo, rifugio. Il Ricetto di Candelo, a struttura rettangolare, è protetto da una cinta muraria, con coronamento merlato (spessore circa cm. 80) con quattro torri circolari ai vertici e due torri a base quadra al centro rispettivamente dei lati posteriore a sud (Torre Cortina) e anteriore (Torre Porta), dove si apriva l'unica via di accesso del ponte levatoio. Intorno al perimetro correva il cammino di ronda. Le mura e gli edifici sono costruiti con materiali poveri: ciottoli tondeggianti di fiume, posti a lisca di pesce nella cinta muraria e alternate a mattoni negli edifici. Il reticolo regolare delle strade, dette "rue", pavimentati con ciottoli è caratterizzato da una forte pendenza da sud verso nord, per permettere il deflusso del liquame. Il Ricetto è composto da circa 200 piccole unità abitative (celle). Ogni cella ha due vani: uno a pianterreno utilizzato come magazzino o ricovero animali, e uno al piano superiore, cui si accedeva con una scala mobili a pioli, in caso di assedio. Le piccole unità abitative, non comunicanti tra loro, sono accorpate in nove isolati, ognuno dei quali separato dalla "riana" o rittana: un corridoio molto stretto che serviva da sifone per la circolazione dell'aria, da barriera antincendio e per il deflusso del liquame. I pavimenti erano in terra battuta e i tetti a due pavimenti scoperti con coppi. Singolari alcune balconate in legno (lobbie).

MERAVIGLIAITALIANA

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.061 secondi - Powered by Simplit CMS