Consideriamo Meraviglie Italiane tutte quelle proposte che hanno raggiunto i 1.000 like da parte degli utenti iscritti al portale. La nascita di una Meraviglia Italiana è un importante evento per il luogo che la ospita. Verrà consegnato l'attestato di Meraviglia Italiana e si procederà ad una ampia pubblicizzazione a livello locale e nazionale.
Per ottenere la corona d'alloro che designa vincitore del Premio Laurus, una Meraviglia Italiana deve raggiungere 10.000 like. Oltre alla maggiore valorizzazione della Meraviglia sul portale, le vincitrici del Laurus, otterranno l'assistenza di un'università italiana partner per lo sviluppo e la promozione della Meraviglia vincitrice. Premio Laurus, il coronamento del percorso di Meraviglia Italiana.
Museo Nazionale Archeologico di Gioia del ColleBeni culturali

Il Museo, istituito nel 1977 con sede nel Castello di Gioia del Colle, splendido esempio di architettura federiciana in condizioni ottimali di conservazione e fruizione, si presenta oggi con una veste completamente rinnovata, sia per quanto attiene i reperti in esposizione, sia per gli apparati didattici e illustrativi. Il percorso si sviluppa fra il piano terra e il primo piano del monumento e affronta il tema “Vivere in una città della Puglia antica”. L'esposizione è concepita in più sezioni tematiche: Casa, lavoro, vita quotidiana (Sala 1); Ruoli e funzioni: i bambini, le donne, gli uomini (Sala 2); Ideologia e stile di vita (Sale 3-4-5).

 

A cinque km dal Museo Nazionale Archeologico - Castello Normanno Svevo di Gioia del Colle, si trova il Parco Archeologico di Monte Sannace. L’area recintata, organizzata a Parco e visitabile è di proprietà del Demanio dello Stato ed occupa una superficie di circa Kmq. 0,35. Essa costituisce solo una parte della superficie interessata dalla presenza dell'antica città apula di Thuriae, che tra i secoli VII e III a.C. si sviluppa su un'area maggiore (circa 0,80 Kmq). La zona non demaniale è comunque sottoposta a tutela archeologica ai sensi della normativa vigente (D.Lgs. 42/2004). - L’attuale accesso al Parco Archeologico è direttamente dalla Strada Provinciale n° 61 Gioia-Turi Km 4,5. Vengono proposti due itinerari, tipologicamente differenti, uno archeologico, l’altro naturalistico, permettendo al visitatore, nel primo caso,di avere idea della configurazione topografica e delle caratteristiche strutturali della città antica, nel secondo, di apprezzare le qualità ambientali del luogo nel suo complesso e di raggiungere punti di osservazione di particolare interesse paesaggistico. Entrambi i percorsi prendono avvio dalla Masseria Montanaro, situata presso l’ingresso principale del Parco e si snodano tra pianura e collina, incrociandosi e, talvolta, sovrapponendosi.

MERAVIGLIAITALIANA

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.046 secondi - Powered by Simplit CMS