Museo Civico "Mons. Domenico Mambrini" ed aree archeologiche della città romana di Mevaniola e della Villa di Teodorico è una MERAVIGLIA ITALIANA. Clicca sul CUORE e aiutala a vincere il Premio Laurus
Consideriamo Meraviglie Italiane tutte quelle proposte che hanno raggiunto i 1.000 like da parte degli utenti iscritti al portale. La nascita di una Meraviglia Italiana è un importante evento per il luogo che la ospita. Verrà consegnato l'attestato di Meraviglia Italiana e si procederà ad una ampia pubblicizzazione a livello locale e nazionale.
Per ottenere la corona d'alloro che designa vincitore del Premio Laurus, una Meraviglia Italiana deve raggiungere 10.000 like. Oltre alla maggiore valorizzazione della Meraviglia sul portale, le vincitrici del Laurus, otterranno l'assistenza di un'università italiana partner per lo sviluppo e la promozione della Meraviglia vincitrice. Premio Laurus, il coronamento del percorso di Meraviglia Italiana.
Museo Civico "Mons. Domenico Mambrini" ed aree archeologiche della città romana di Mevaniola e della Villa di TeodoricoSiti culturali

Il museo ha sede nel convento dei Padri Minori di Pianetto, nei pressi dell'area archeologica della città romana di Mevanola. Sono esposti reperti di varie epoche che testimoniano la ricchezza di testimonianze archeologiche presenti nel territorio di Galatea: Mevaniola, la Villa di Teodorico, l'Abbazia di S. Ellero, il castello di Pianetto. E' diviso in due sezioni, una storico- artistica e l'altra archeologica. Nella sezione storico-artistica sono conservate opere di provenienza eterogenea, in cui sono da segnalare due Vanitas della fine del Seicento, uno stemma nobiliare in pietra serena attribuito a Desiderio da Settignano e gli affreschi provenienti dalla chiesa del Pantano. La sezione archeologica parte dalla sala della collezione di Mons. Domenico Mambrini e alla sua opera di raccoglitore di antichità e di studioso di storia locale. Dopo la sala della collezione inizia il vero e proprio percorso topografico-cronologico: un corridoio sui rinvenimenti archeologici pre-protostorici; la sala della città romana di Mevaniola in cui sono musealizzati alcuni reperti singolari: la chiave onoraria a testa di cane (I sec. a.C.), l'iscrizione a mosaico di Caesius (I sec. a.C.), la stele funeraria di Rubria Tertulla (III sec. d.C.). Si incontra poi la sala incentrata sulla storia del territorio fra la tarda antichità e il Medioevo, al centro della quale è sistemata la statua-colonna raffigurante l'Infanzia di S. Nicolò (XII secolo); la sala del sito della villa di Teodorico. Oltre ai pannelli e agli apparati didattici (tradotti in inglese) il museo dispone di un video d'introduzione alla vista sul popolamento antico dalla Preistoria al Medioevo. Il nuovo allestimento, infine, è stato inscindilmente legato alla creazione di laboratori di studio e didattici, alla realizzazione di un book-shop e di una sala conferenze permanente.

MERAVIGLIAITALIANA

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.069 secondi - Powered by Simplit CMS