L'Isola è una MERAVIGLIA ITALIANA. Clicca sul CUORE e aiutala a vincere il Premio Laurus
Consideriamo Meraviglie Italiane tutte quelle proposte che hanno raggiunto i 1.000 like da parte degli utenti iscritti al portale. La nascita di una Meraviglia Italiana è un importante evento per il luogo che la ospita. Verrà consegnato l'attestato di Meraviglia Italiana e si procederà ad una ampia pubblicizzazione a livello locale e nazionale.
Per ottenere la corona d'alloro che designa vincitore del Premio Laurus, una Meraviglia Italiana deve raggiungere 10.000 like. Oltre alla maggiore valorizzazione della Meraviglia sul portale, le vincitrici del Laurus, otterranno l'assistenza di un'università italiana partner per lo sviluppo e la promozione della Meraviglia vincitrice. Premio Laurus, il coronamento del percorso di Meraviglia Italiana.
L'IsolaPaesaggi e punti panoramici

Ponza è un comune italiano di 3 344 abitanti della provincia di Latina nel Lazio. Esteso sull'isola omonima e sulle vicine isole minori di Palmarola, Gavi e Zannone, appartenenti all'arcipelago delle isole Pontine, nel Mar Tirreno. Nell'antichità (nel 312 a.C. durante le guerre sannitiche ) per motivi strategici e di posizionamento, i romani stabilirono a Ponza una colonia latina. Non fu un'operazione a caso. Da poco i romani, grazie alla collaborazione dei greci di Napoli, avevano costituito un embrione di flotta navale ed avevano già fatto qualche piccola operazione. La vicenda dell'isola è accennata anche da Tito Livio nel Libro IX del suo lavoro "Ab urbe condita" e, da come raccontato, l'insediamento a Pontia avvenne a danno di abitanti di origine volsca, contestualmente alla creazione, a danno degli aurunci, della colonia di Sessa, attuale Sessa Aurunca, sulla costa. Lo stesso storico romano riporta i nomi dei consoli che poco dopo furono incaricati di popolare le nuove colonie di quel periodo : Marco Valerio e Publio Decio. Più tardi, in epoca imperiale, vi furono costruite diverse ville che talora erano utilizzate per esiliare personaggi importanti. Di queste ville romane sono visibili alcuni resti in particolare nella località S. Maria ( e qui, nella Grotta del Serpente, c'è anche una grande cisterna). Notevole è la galleria sotterranea (quasi 170 metri, tipica dell'epoca augustea) tra S.Maria e Chiaia di Luna. Tale tunnel - in alcuni tratti ancora coperto da un regolare reticolato romano -aveva la funzione di collegare l'approdo orientale a quello occidentale in caso di mare mosso. Pure interessanti alcune grandi peschiere -ora denominate Grotte di Pilato- che all'epoca furono scavate nella roccia. In epoche successive, con l'intervallo di brevi occupazioni, l'isola fu amministrata dai duchi di Gaeta, dai monaci dell'Abbazia di Fossanova, dalla Chiesa e poi dai diversi regnanti di Napoli. Una breve parentesi si ebbe in particolare nel XVI secolo quando arrivò nell'isola un delegato del lontano duca di Parma. Nel XV secolo tutte le isole pontine furono sovente attaccate da pirati islamici. Ultima nota storica : nella frazione S.Maria di Ponza, dopo la caduta del fascismo e prima di altre tappe, fu isolato per alcuni giorni Benito Mussolini. Il duce fu sistemato nella stessa villetta dove prima era stato confinato un ras etiopico.

MERAVIGLIAITALIANA

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.044 secondi - Powered by Simplit CMS