Fortezza delle Verrucole è una MERAVIGLIA ITALIANA. Clicca sul CUORE e aiutala a vincere il Premio Laurus
Consideriamo Meraviglie Italiane tutte quelle proposte che hanno raggiunto i 1.000 like da parte degli utenti iscritti al portale. La nascita di una Meraviglia Italiana è un importante evento per il luogo che la ospita. Verrà consegnato l'attestato di Meraviglia Italiana e si procederà ad una ampia pubblicizzazione a livello locale e nazionale.
Per ottenere la corona d'alloro che designa vincitore del Premio Laurus, una Meraviglia Italiana deve raggiungere 10.000 like. Oltre alla maggiore valorizzazione della Meraviglia sul portale, le vincitrici del Laurus, otterranno l'assistenza di un'università italiana partner per lo sviluppo e la promozione della Meraviglia vincitrice. Premio Laurus, il coronamento del percorso di Meraviglia Italiana.
Fortezza delle VerrucoleBeni culturali

Bella, imponente sopra un ripido colle che la nebbia invernale sospende nel cielo, avvolta nel silenzio delle montagne circostanti e delle sottostanti vallate che stendono tra gli Appennini e le Alpi Apuane, è la Fortezza delle Verrucole. E' li a raccontarci la storia della Garfagnana, la storia delle guerre medievali che videro coinvolti i comuni di Pisa, Lucca, Firenze, la storia dei domini degli Svevi, dei Malaspina, degli Estensi e Francesi fino all'ingresso della Garfagnana nel Regno d'Italia. La sua origine medievale è chiara nelle sue forme: originariamente era costituita da due nuclei posti all'estremità del colle, la "Rocca Tonda" al vertice più elevato a sud la "Rocca Tonda" a nord. La Rocca Tonda è anche il nucleo più antico, probabilmente del XI secolo, costituito da un massiccio mastio di forma ottagonale, all'interno vi erano le stanze del signore poste su due piani. Ai piedi della scalinata sorgeva la cappella della quale possiamo ammirare due colonne coi capitelli scolpiti. Il mastio è dotato a sud di un recinto merlato che racchiude il cortile interno. Altre due cortine merlate dotate al centro di due torri a semicerchio, feritoie e camminamento di ronda partono verso nord e, adeguandosi perfettamente ai margini dello strapiombo che circonda il rilievo, raggiungono l'estremità opposta. Qui sorgeva la Rocca Quadra, nucleo prettamente militare del complesso, oggi totalmente scomparso e sostituito da due bastioni fatti costruire dagli Estensi i quali fino alla metà del 1600 mantenevano in loco un castellano con una guarnigione dotata di pezzi d'artiglieria leggera. Questa parte del castello è dotata anche di gallerie sotterranee di contromina, usate anche come polveriere. L'area così racchiusa fra le due Rocche costituisce la piazza d'armi, dove trovavano posto altri edifici. Nella cortina Ovest si apre l'unica porta di accesso al complesso, sormontata da apparato a sporgere.

MERAVIGLIAITALIANA

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.03 secondi - Powered by Simplit CMS